La storia di Enrico

Andare via dall’ Italia e fare il Pizzaiolo in Australia: l’ esperienza di Enrico….


In questo momento di crisi, presi dalla sconforto e dalla sfiducia per il nostro Paese, sono tantissime le persone che vogliono scappare dall’ Italia per andare a cercare lavoro all’ estero, sperando, magari, di poter iniziare vita nuova e migliore. Spesso però non si sa bene cosa ci aspetta negli altri paesi e si parte con la convinzione di “trovare l’ America”.

Uno dei Paesi più gettonati in questo momento è l ‘ Australia, così, visto che un nostro collega pizzaiolo ha iniziato già da alcuni anni la sua esperienza nella nuova “terra promessa”, abbiamo deciso di intervistarlo.

Nome?

Enrico Sgarbossa 25 anni.

Da quanto tempo sei in Australia?

Vivo in Australia a Sydney da quasi 3anni.

Che lavoro fai?

Faccio il pizzaiolo e gestico la cucina di una piccola pizzeria/ristorante a Sydney.

E’ molto complicato avere il visto e trovare lavoro?

Il discorso visto, è il punto cruciale dell’Australia, parto dal fatto che dell’Australia si dicono molte fesserie e mezze verità, diciamo che c’è una visione mistica del paese, dove regalano i soldi, e la vita è una figata, e tutti ti strapagano e ti danno lavoro, non è così!!! per il discorso lavorativo, ovviamente con il grande afflusso di Italiani e di persone da tutto il mondo che arrivano ogni giorno, è molto più complicato trovare una sistemazione ora che qualche anno fa, specialmente nel periodo estivo dove, (parlando per esperienza personale, nel campo della ristorazione)ci si attrezza per tempo, quindi moltissime persone vengono e non riescono a trovare un lavoro. e i posti rimanenti, molte volte sono mal pagati e si potrebbe incombere in qualche disavventura con i proprietari. L’argomento del trovare lavoro diciamo che è molto soggettivo, dipende sempre dal carattere di una persona e dagli obiettivi che ci si pone nel partire, viaggio di piacere? Esperienza di vita? Viaggio di studio? Tutto dipende da cosa vogliamo fare e quanto ci si mette in gioco. Lo spirito di adattamento però è essenziale!

Per avere un visto lavorativo per poter restare in Australia, ora come ora si, è molto complicato. Ci vogliono dei requisiti minimi che il datore e il dipendente devono avere. Come citato poco fa, con l’afflusso di molte persone da tutto il mondo, ovviamente sono stati dati moltissimi visti lavorativi alle persone arrivate in passato quindi i posti diponibili si stanno sempre più riducendo.

Come hai fatto con la lingua, avevi già una buona conoscenza?

La lingua è la cosa essenziale, per tutto, comunicare, lavorare, fare amicizie, senza l’Inglese in Australia non vai molto lontano, tutti PRETENDONO l’Inglese, lo scrivo in maiuscolo perchè è la cosa piu importante, anche se si sa fare una professione, senza la lingua nessuno ti da un’occasione.

Prima di partire avevo fatto delle lezioni private ma quando sono arrivato mi son trovato in difficoltà , sinceramente sono stato anche fortunato a trovare un datore di lavoro che mi ha dato un’occasione , anche se non avevo un inglese ferrato, ma 3 anni fa, le cose erano diverse, c’erano più posti di lavoro a disposizione e meno competizione.

Come si vive in Australia?

Come si vive in Australia? ogni città ha uno stile di vita diverso, per la mia esperienza personale a Sydney, che è una città lavorativa, non si vive male, dipende sempre che stile di vita una persona vuole condurre, dallo stipendio, dal lavoro che si fa. è molto soggettiva la cosa.

Ovviamente vivere vicino al mare a livello mentale è più tranquillo e rilassante, ma lavorando anche 10/11 ore al giorno 6 giorni su 7, il tempo libero è poco per gli svaghi.

Qual’ è lo stipendio medio che un pizzaiolo può avere in Australia?

Lo stipendio è molto variabile, si viene pagati settimanalmente, anche gli affitti si pagano settimanalmente, lo stipendio va da un minimo di 500 a 800 dollari a settimana di media, poi bisogna tener conto dei vari ed eventuali tipo: il posto dove si lavora, quante ore si fanno alla settimana, la pizzeria dove si lavora, se sono pizzerie Italiane originali, dove quindi l ‘ apertura della pizza si fa’ a mano, se il forno è a legna o elettrico, se si usano prodotti italiani ecc.. Di queste pizzerie in realtà non ce ne sono molte, la maggior parte sono pizzerie “stile australiano” con macchina che apre le pizze, forno “tunnel”, basi preocotte, li il discorso cambia e non viene richiesto una grande esperienza nel campo.

A PROPOSITO DI PIZZA, LO STILE DI PIZZA PIU’ VENDUTO E’ LO STILE DI PIZZA NAPOLETANO, QUINDI PIZZA MORBIDA E CORNICIONE ALTO, QUESTO E’ ANCHE L’UNICO CONOSCIUTO DAGLI AUSTRALIANI FINO A QUALCHE TEMPO FA COME PIZZA ITALIANA, SOLO DA QUALCHE TEMPO SI INIZIANO A VEDERE PIZZE FINE E CROCCANTI (STILE DA ME PIU’ APREZZATO E CHE PROPONGO ALLA CLIENTELA,)

A disposizione si hanno farine,mozzarella, pomodoro, salumi tutto italiano quindi possiamo riprodurre al 90% una pizza italiana autentica, cosa non da poco visto la distanza.

Non fatevi ingannare dalla cifra, è tutto proporzionale, allo stile di vita, una birra costa in media 8/10 dollari UNA PIZZA 25 , e un pacchetto di sigarette sui 15/16 dollari, cenare fuori minimo di 30 dollari a persona, quindi è tutto proporzionato.

Noi Italiani siamo viziati con il cibo, com’ è la cucina Australiana?

A livello di cucina purtroppo l’australia non offre una grande cucina, per di più vanno di moda i pub, dove si mangiano bistecca e patate, o fish and chips i due piatti tipici per eccellenza, quindi l’italiano deve accontentarsi o farsi da mangiare a casa, nei supermercati si può trovare di tutto e di più, c’è una forte esportazione di cibo italiano in Australia, in poche parole si può trovare tutto, non manca nulla!

Come hai trovato alloggio e quanto costa in media un appartamento in affitto?

Discorso dell’alloggio ora come ora non è semplice, c’è sempre più richiesta di stanze e posti letto e la dispobilità è sempre quella per il momento.

Prendere un’appartamento da solo o in coppia è difficle per via del costo dell’affitto,( l’Australia è il sesto paese più caro al mondo), tutti o quasi condividono appartamenti anche in 3/4 persone per stanza, un posto letto in un appartamento in città varia dai 150/160 ai 200 dollari a persona a settimana, per stare su una stanza singola in un appartamento con altre 2/3 persone si aggira sui 200 o +, in questo periodo per portare un esempio, anche gli ostelli alzano di molto i prezzi, prima di natale in stanza quadripla in un ostello medio, chiedevano 100 dollari a notte.

Se tornassi indietro faresti la stessa scelta?

Si se tornassi indietro rifarei tutto senza guardarmi indietro, diciamo che sono partito in tempo, e sono arrivato in un momento dove si faceva “meno fatica” a trovare lavoro, ora molte persone rimangono scottate, perchè partono senza essere informati e con false aspettative.

concludendo, spero che i ragazzi e le persone che leggono questo articolo non si scoraggino, il mio consiflio è di prendere le mie parole come stimolo a fare bene, però è davvero importante essere informati e ben coscienti di quello che si fa, sentire che qualcuno lascia il posto di lavoro a tempo indeterminato, per provare in Australia non ha molto senso a mio avviso, meglio essere sinceri e dire le cose come stanno così si parte sempre con il piede giusto.

Per farsi un’idea di come può essere l’Australia, dal punto di vista lavorativo e di stile di vita, si può prendere come esempio l’Inghilterra, infatti essendo due paesi anglosassoni hanno moltissime cose in comune, in più l’ Inghilterra è molto più vicino a casa e ti da la possibilità di rimanere senza nessun vincolo di visto, cosa che in Australia è necessario avere se no si è costretti a lasciare il paese.

Ogni esperienza è a se, ogni persona scrive la propria storia ed è tutto soggettivo, come si vive l’esperienza, cosa si guadagna, cosa si vuole fare li..ho scritto le cose basi, diciamo per dare un’opinione generale, ci sarebbe moltissimo da dire nello specifico, ma sempre da un mio punto di vista personale..possiamo ascoltare 100 persone e tutte e 100 diranno cose diverse, ricordo a tutti, che tutte le persone che parlano dell’Australia in modo fiabesco, che fanno sfoggiano foto e fanno vedere che è tutto bello, che si fa la vita da Re, bè diffidate mi raccomando! Sopratutto nei social, è molto facile far credere alle persone ciò che si vuole, omettendo particolari ad esempio il lavoro, dove si vive e le condizioni in cui si vive¸ scommetto che la metà delle persone non accetterebbero di vivere qui in Italia con 6/7/8 persone in casa, con persone che dormono in salotto,( molto comune sopratutto in città) e fare il lavapiatti ( con tutto il rispetto per questo lavoro) sottopagato e trattato male.

consiglio invece per informazioni piu specifiche,VERE e SINCERE la pagina facebook VIA (VIENI IN AUSTRALIA),

http://www.facebook.com/groups/vieniinaustralia/

per dare un’occhiata a livello di lavori, appartamenti, e tutto il necessario il famoso: http://www.gumtree.com.au/

( dove io ho trovato alloggio e lavoro molte volte)

spero di essere stato esaudiente o per lo meno sincero nel dire come stanno le cose veramente visto che tutti o quasi parlano sempre senza neache sapere cosa c’è dall’altra parte o di cosa si sta parlando, fare l’esperienza di 6 mesi per girare l’australia è una cosa stupenda è vero, stare li per lavorare e vivere è tutta un’altra.

Un in bocca a lupo a tutti da Enrico.

Grazie Enrico per il tuo tempo e i tuoi consigli, mi raccomando fai vedere a tutti come si fa’ una buona pizza e distinguiti, come hai fatto fin adesso, da tutti gli altri.

Tratto da compagniadellapizza.it
(Scritto da Redazione domenica 13 gennaio 2013)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...